GIORGIO PULCINI PHOTOGRAPHY

Wedding and landscape

Di corsa al Mondolè

Suona la sveglia: 3.30. Mi capita spesso di partire di casa ad orari improbabili per gare o corse in montagna, ma fa sempre una certa impressione. Quasi quasi dormo ancora mezz’oretta… no, meglio alzarsi subito! Mi infilo i vestiti già pronti sulla sedia cercando di non svegliare le bimbe che dormono beate, un paio di bicchieri d’acqua, un po’ di caffè e si parte!
L’aria è frizzante, ma non troppo fredda, accendo la frontale e inizio subito a salire sulle piste da sci di Prato Nevoso, con le gambe che ancora stentano a rendersi conto di non essere più comodamente adagiate in un letto. E subito inizio a chiedermi quello che mi chiede spesso chi mi sta intorno: ma chi me l’ha fatto fare?!
Poi alzo gli occhi al cielo, mi fermo un attimo, spengo la frontale: ecco, questo cielo stellato già vale il prezzo del biglietto. In questi momenti mi trovo sempre a combattere una battaglia interiore tra le mie più grandi passioni: tiro fuori la macchina fotografica e faccio un paio di scatti alla via lattea o proseguo con il mio allenamento? Per ora procedo, in fondo so che senza un buon cavalletto non ne tirerei fuori nulla di buono.. meglio aspettare l’alba.
Procedo tra salite e discese per un paio d’ore, poi quando il cielo inizia a rischiararsi inizio a puntare dritto verso il mio obiettivo di giornata: la cima del Mondolè! La frontale decide di abbandonarmi, ma fortunatamente i primi raggi di sole ne prendono immediatamente il posto. Quindi via, veloci fino in vetta ad aspettare l’inizio di un nuovo giorno! Qui non ho scelta: qualche foto devo farla, la luce è fantastica! Sono ormai passate le 7: inizia la discesa, giù veloci verso casa! Qualcuno mi aspetta per colazione..

Next Post

Leave a Reply

© 2018 GIORGIO PULCINI PHOTOGRAPHY